VitalAbo.it

Come combattere la sbornia?

martedì, 09 febbraio 2016

Come combattere la sbornia?

I giorni di festa e il sabato sera in generale sono per molti, giorni per festeggiare. Capita, però di eccedere nel bere vino e alcolici e, il giorno dopo, come d'incanto, si affaccia il mal di testa cosiddetto da "sbornia". Qualcosa, però, per rimediare a questo fastidioso sintomo, si può fare. 

I motivi per cui subentra il mal di testa dopo avere bevuto alcolici, non è ancora del tutto chiaro. Le teorie sono diverse. Ad esempio si suppone che, a causa dell'effetto disidratante dell'acool, il sangue tenda ad addensarsi irritando le meningi e provocando il mal di testa. Un'altra teoria attribuisce questo disturbo all'acetaldeide. Questa citotossina prodotta durante il metabolismo dell'alcol provoca nausea e mal di testa. Altri studi attribuiscono il malessere ad un deficit di minerali dopo un'ubriacatura, che può portare a dolori muscolari ed emicranie.

In ogni caso, è dimostrato che vi sono rimedi casalinghi che possono rapidamente far scomparire i sintomi del post- sbornia. Ecco i nostri "cosa fare e cosa non fare" che assicurano un miglioramento dei sintomi lasciati da un eccesso di alcool.

Fare attenzione ai farmaci

Prendere l'aspirina prima di coricarsi, potrebbe essere un peso per lo stomaco e la nausea, il giorno dopo, potrebbe aumentare.

Non utilizzare il paracetamolo. Questo farmaco viene metabolizzato dal fegato che è già  impegnato con l'alcool. Nel peggiore dei casi potrebbero verificarsi danni gravi e irreversibili al fegato. 

Olio di menta piperita e fresco contro il mal di testa

L'olio di menta piperita è efficace contro l'emicrania sia in compresse che come massaggio. Prendete un paio di gocce di olio di piperita e massaggiate in modo circolare la fronte e le tempie. L'effetto positivo sul mal di testa si sentirà già dopo 15 minuti.

Un controllo sul dolore può averlo anche il freddo. È sufficiente una borsa del ghiaccio sulla zona colpita dal dolore o anche un asciugamano imbevuto di acqua fredda. Con il freddo i vasi sanguigni si contraggono ed il dolore dovrebbe attenuarsi.

Bere molto

L'alcool ha un effetto disidratante. Quindi, il giorno dopo l'assunzione di alcool, è d'obbligo bere per reidratarsi. L'acqua è l'ideale ma si possono diluire in essa anche succhi di frutta. Ancora meglio è assumere acqua minerale che reintegrerà i minerali persi.

Le bevande gassate dovrebbero essere evitate il ​​giorno dopo, perché irritano lo stomaco già sensibile.

Il cibo aiuta - prima e dopo

A fare la differenza è il cibo che assumiamo. Mangiare cibi grassi prima di bere rallenta l'assorbimento dell'alcool.

Durante la festa sarebbe opportuno assumere degli snack salati. Questo rallenterà la perdita dei minerali.

Il giorno successivo, finalmente, si potranno mangiare verdure e frutta fresca. Il fruttosio contenuto nella frutta accelera il metabolismo dell'alcool.

I pasti troppo ricchi dovrebbero essere evitati in quanto il fegato è già impegnato a metabolizzare l'alcool e l'aggiunta di grassi caricherebbe ancora di più il suo lavoro.

In nessun caso, poi, si dovranno assumere zuccheri in quanto lo zucchero potenzia gli effetti dell'alcool, con conseguente cefalea.

Combattere il fuoco con il fuoco?

Molti pensano che per lenire gli affetti dell'alcool bisogna ingerire birra o alcool in generale. Questo è assolutamente sbagliato e controproducente. Nell'immediato ci si può sentire meglio in quanto una nuova ingestione di alcool allarga i vasi sanguigni, riducendo così il mal di testa ma i processi di rigenerazione vengono nuovamente rallentati ed il lavoro del fegato diventa sempre più difficoltoso.

Molto utile è una passeggiata all'aria aperta. Il movimento stimola la circolazione, i vasi sanguigni si dilatano e la rigenerazione accelera.

No al mix di alcool

Se si bevono diverse qualità di alcool, la cefalea è assicurata. Gli alcolici contengono una sostanza chiamata flegma in quantità diverse a seconda della bevanda. Più saranno ingeriti alcolici con diverse quantità di flegma e più la tossicità aumenterà. È quindi meglio rimanere solo su un tipo di bevanda. 

Infine, un suggerimento: la nicotina  abbassa i livelli di alcool nel sangue. Questo aumenta il rischio di bere troppo. Fumando meno ci renderemo conto di quanto stiamo bevendo e forse riusciamo a fermarci! 

“Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”

Ippocrate