L'intestino - più importante di quanto si pensi

mercoledì, 23 marzo 2016

L'intestino - più importante di quanto si pensi

Il detto "La salute inizia nell'intestino" colpisce il punto. Il fondamento del sistema immunitario si trova infatti proprio lì. Per questo è importante e fondamentale mantenere l'intestino sano. 

L'intestino è un organo che è stato, nel passato, altamente sottovalutato. È stato un argomento trascurato per decenni di ricerca medica ma negli ultimi anni l'argomento è stato nuovamente preso in considerazione e si è scoperta l'importanza di esso. 
Una sana flora intestinale è il segreto per un sistema immunitario funzionante. Già nei tempi antichi è stato riconosciuto che una cattiva digestione può causare molte malattie. Questo è logico: se l'intestino non può assorbire le sostanze nutritive in modo adeguato, mancheranno di conseguenza le sostanze vitali a tutto il corpo. 

Fatti e cifre

Se si analizzano alcuni dati riguardanti l'intestino si può notare quanto questo organo sia complesso e sensibile. La lunghezza media dell'intestino è di otto metri ed è controllato da circa 100 milioni di neuroni. In inglese, è stato creato, a tal proposito il termine "second brain" ovvero "secondo cervello" - e da questa espressione si può supporre come detto "prendere una decisione di pancia" abbia un senso completamente sensato e diverso da quello che credavamo. 

Una casa per i batteri

Nell'intestino, vivono fino a 100 bilioni, vale a dire 100.000 miliardi di batteri, di cui il 99% appartengono a solo quattro diversi ceppi. Questi batteri formano il proprio ecosistema, un mondo completamente diverso all'interno di ogni essere umano, e assumono molti compiti.

I batteri

  • prevengono la diffusione di agenti patogeni nell'intestino e progettono contro le infezioni.

  • regolano il sistema immunitario.

  • sono responsabili per la produzione di vitamina K.

  • proteggono contro le sostanze tossiche e le tossine.

  • stimolano il movimento intestinale.

Una questione di salute

L'enorme importanza della salute del tratto digestivo è evidenziata dal fatto che segue: l'80%delle cellule immunitarie del corpo si trovano nell'intestino. Se in questo organo ci sono dei malfunzionamenti, si hanno conseguenze negative di diversa portata. Per esempio,

  • sbalzi d'umore

  • malattie della pelle

  • allergie

  • intolleranze alimentari

A causa di una dieta impropria, l'intestino può anche diventare un "vampiro energia" che la assorbe fino a farci sentire pigri e svogliati. 

Ma niente panico! La flora intestinale è relativamente stabile. Tuttavia, alcuni fattori possono sconvolgerne l'equilibrio. Questi includono, ad esempio, i farmaci (gli antibiotici agiscono nell'intestino come una bomba nucleare.), abitudini alimentari errati e stile di vita stressante, così come influenze ambientali psicologicamente pesanti.

Che cosa si può fare da soli

Ogni persona ha la salute dell'apparato digerente nelle proprie mani, poiché con le proprie abitudini si può influenzare la salute in positivo o negativo.  

La cosa più importante per sostenere la flora batterica intestinale. Molti alimenti sono adatti a questo scopo, soprattutto i probiotici che mirano alla salute della flora intestinale. Inoltre, gli alimenti a basso contenuto di grassi, basso contenuto di zucchero e una dieta ricca di fibre contribuiscono in modo significativo al mantenimento di un intestino sano e ripristinano una flora intestinale disturbata. In questo modo, l'intestino rimarrà in buona salute fino all'età avanzata.

Per stimolare l'intestino, è importante fare attività fisica quotidiana. L'aumento di frequenza respiratoria e cardiaca dovuta agli esercizi fisici, può stimolare i movimenti periastaltici e quindi faciliare l'evacuazione delle feci. 
Anche lo yoga è una pratica molto consigliata per mantenere il corpo e la mente in salute.

I pasti dovrebbero essere assunti ad orari regolari. È importante "abituare" il nostro corpo all'assunzione di alimenti alle stesse ore. È inoltre fondamentale prendersi tutto il tempo necessario e mangiare comodamente, senza fretta.

È importantissimo bere moltissimo: almeno 2 litri o tisane non zuccherate al giorno.

Cercare di stare lontani dallo stress è inoltre molto importante. Naturalmente, per chi è stressato, è molto difficile pensare a questo e "allontanarsi" dai pensieri. In periodi stressanti è importante prendersi del tempo per sé stessi e, ad esempio, fare delle passeggiate all'aria aperta. Cerchiamo di allontanarci dallo stress della vita quotidiana almeno con la mente: i ritmi frenetici non aiutano il nostro intestino, che necessita al contrario di tranquillità e abitudini costanti.

“Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”

Ippocrate