I nostri consigli per sollevare i pesi con successo

martedì, 08 ottobre 2019

I nostri consigli per sollevare i pesi con successo

Dare una definizione di che cosa sia la forza, o di quanto forti si debba essere per ottenere ottimi risultati nella disciplina del sollevamento pesi non serve a granché. Questo perché è tutto molto relativo: ciò che è facile per me, può essere estremamente faticoso per altri. Ciò che però si può cercare di definire è la serie di pensieri e atteggiamenti positivi che, una volta adottati, porteranno più velocemente al raggiungimento del proprio traguardo, sia che ci si alleni con la kettlebell o con i manubri.

1. Pazienza e fiducia

Aumentare la forza attraverso l'allenamento richiede tempo. Nessuno può aspettarsi di entrare per la prima volta in palestra e di sollevare 150 chilogrammi come se niente fosse. Anche il miglior sollevatore di pesi, all'inizio della sua carriera sportiva, ha dovuto iniziare con un carico estremamente inferiore.
Il corpo, inoltre, deve adattarsi ai movimenti che gli insegniamo in palestra. Questo avviene lentamente, perché le vie neuromuscolari si formano lentamente. La funzione motoria, infatti, è costituita da un susseguirsi rapido di informazioni che permettono la realizzazione del movimento e al contempo costanti adattamenti e correzioni. Forse non tutti sanno che allenando costantemente i nostri muscoli, alleniamo anche il sistema nervoso centrale, instaurando una speciale connessione mente-muscolo che rende più agili, precisi e veloci i nostri movimenti. Bisogna quindi avere fiducia e pazienza nelle straordinarie capacità del nostro organismo!

2. Qualità anziché quantità

Bisogna sempre concentrarsi sulla qualità dei movimenti anziché sul peso dei manubri o della kettlebell. In ogni palestra, ci sono spesso persone che sollevano molto più peso del dovuto, con scarse prestazioni poi nella qualità e nell'esattezza del movimento. Oltre a essere potenzialmente pericoloso, sollevare in maniera poco attenta i pesi non porta alcun beneficio. Soprattutto da principianti, l'attenzione deve focalizzarsi sulla perfetta esecuzione. Se non si riesce a sollevare un certo peso, si dovrebbe fare un passo indietro e considerare qual è il motivo. Forse è solo un problema di coordinazione che può essere risolto regolando la posizione dei piedi. O forse il carico è effettivamente eccessivo. La migliore soluzione è osservarsi, ascoltarsi e prendersi il proprio tempo.

3. L'importanza delle basi

C'è un motivo per cui esercizi come squat e stacchi sono sempre stati usati per sviluppare la massa muscolare: funzionano. Certo, tutto dipende sempre dagli obiettivi dell'allenamento. Inoltre, non bisogna dimenticare che per aumentare significativamente la massa muscolare bisogna affidarsi a esercizi che coinvolgono più gruppi muscolari, anziché uno solo!

4. La fretta non è mai una buona alleata

L'ultimo consiglio è il più importante. Ogni esercizio è pensato per attivare muscoli specifici. Se durante l'esercizio, senti che questi muscoli non stanno lavorando, c'è sicuramente un motivo che va indagato. Ad esempio, potrebbe esserci uno squilibrio, dovuto al fatto che questi muscoli sono troppo deboli. Il corpo quindi compensa iperattivando i muscoli stabilizzatori o usando gruppi muscolari secondari per compensare la debolezza. Generalmente quando si verifica questo squilibrio, si avverte una diffusa sensazione di dolore e possono subentrare lesioni più o meno pericolose per la salute dell'apparato muscolo-scheletrico. Il modo migliore per evitare tutto ciò? Eseguire gli esercizi senza alcuna fretta, lentamente, preferibilmente davanti a uno specchio, per poter controllare al meglio l'esattezza dei movimenti.