VitalAbo.it

Matcha - sano, stimolante e rilassante

martedì, 29 marzo 2016

Matcha - sano, stimolante e rilassante

Il Matcha è uno dei migliori e più costosi tè del mondo. Il motivo di questa prerogativa è la preparazione molto complicata. Ultimamente, sono venuti alla luce gli effetti benefici di questa speciale bevanda. Ma cosa c'è di vero in tutto questo?

L'origine del Matcha

La storia del Matcha e la sua speciale preparazione inizia nel 6 ° secolo in Cina. Il tè era considerato una pianta medicinale e quindi le sue foglie venivano essiccate al sole ed in seguito ridotte in polvere finissima, come si procedeva, appunto, per tutte le piante medicinali.

Nel 12 ° secolo un monaco portò questa preparazione e alcune piante di tè in Giappone dove il suo consumo divenne rapidamente popolare, mentre la sua conoscenza andava perdendosi in Cina. Dal 16° secolo fino ad oggi, "la cerimonia del tè" è rimasta un rito sociale e dello spirito, un segno di educazione nell'industrializzato Giappone.

Come viene prodotto il Matcha?

La produzione del Matcha presenta alcune caratteristiche. Innanzitutto è molto costoso a causa della sua alta qualità. Un'altra caratteristica sta nel fatto che le piante del tè, che forniscono le preziose foglie, vengono coperte, prima della raccolta, con delle reti opache che permettono un processo unico di maturazione e concentrazione degli ingredienti. Tutto ciò permette un notevole aumento della qualità.

Dopo la raccolta, le foglie vengono cotte al vapore ed in seguito asciugate. Gli steli e le nervature vengono rimossi, mentre il restante tessuto fogliare viene frantumato in una polvere finissima attraverso tradizionali mulini in granito, appositamente creati per rendere la grana delle foglie più fine possibile. Per ottenere 30 gr di polvere di tè, occorre circa un'ora di pressa sotto il mulino. Questa è un'altra caratteristica per cui il prezzo aumenta.

Oggi il Matcha viene prodotto principalmente in Giappone e Cina.

La corretta conservazione per un gusto ottimale

Il peggiore nemico del Matcha è l'ossigeno. Pertanto, per conservare al meglio la polvere è consigliabile chiuderla ermeticamente in un sacchetto e riporla in frigorifero. Questo procedimento rallenterà i processi ossidativi e prolungherà la sua "vita". Il gusto è leggermente acidulo, talvolta ricorda il sapore della nocciola, non amaro e cremoso. È consigliabile consumare questa specialità rapidamente al fine di conservare le sue proprietà. 

Aspetti sanitari

Il Matcha è ricchissimo di antiossidanti e quindi un ottimo antinvecchiamento. Fornisce una protezione contro l'aumento della glicemia nel sangue, contro i tumori del colon, il morbo di Chron e le coliti, soprattutto ulcerose. Il contenuto nel matcha di epigallotechina (EGCG) (un potente antiossidante) è, secondo gli studi presso l'università del Colorado, tre volte superiore rispetto ad altri tipi di tè.

L'uso del Matcha dopo un pasto, può dimezzare l'aumento degli zuccheri nel sangue e, contemporaneamente, facilitare la digestione.

La polvere verde contiene una serie di fitochimici e molte vitamine.

Il Matcha è anche considerato stimolante in quanto sostiene e promuove la capacità di reazione e concentrazione e, contemporaneamente, solleva l'umore. 

Preparazione adeguata

Versare il contenuto di una tazza di acqua calda su circa uno o due grammi di polvere. Con una frustino in bambù mescolare fino ad ottenere sulla superficie della tazza una schiuma. Più la schiuma sarà abbondante, più la preparazione del tè sarà riuscita.

Prova il Matcha Izumi! 

“Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”

Ippocrate