VitalAbo.it

La voce dentro di te - il grande nemico?

martedì, 23 febbraio 2016

La voce dentro di te - il grande nemico?

Tutti lo sanno, tutti sono contro di lui. Stiamo parlando del nostro demone interiore, la voce che preferisce la comodità e l'ozio e che può essere molto potente!

I buoni propositi li poniamo in continuazione, succede spesso, però, che una vocina interiore si metta tra le nostre buone intenzioni e la pigrizia, soprattutto quando non tutto fila liscio come vorremmo. A questo punto gettiamo la spugna e ricadiamo nell'ozio e nella spossatezza da cui volevamo uscire. Cosa possiamo, allora, fare?

In primo luogo è necessario cercare di capire perché spesso è così difficile attuare le buone intenzioni. Dobbiamo quindi conoscere i processi psicologici che stiamo vivendo. Questo è fondamentale per contrastare efficacemente il nostro stato di astenia.

Oggi, molti psicologi dello sport hanno preso in considerazione quattro fasi che uno psicologo americano aveva formulato negli anni '60 nelle sue indagini a proposito dell'argomento: form, storm, norm e perform. Ogni termine è sinonimo di una fase che un individuo deve percorrere per attuare una nuova abitudine di vita.

La prima fase è quella di iniziare con qualcosa di nuovo, come ad esempio un nuovo sport che può essere motivo di entusiasmo ed estremamente motivato.

Superata questa fase si verificherà lo stato di storm - la tempesta. Qui, per la prima volta, si farà spazio il piccolo demone della pigrizia. Il superamento sarà difficile perché l'euforia della novità se ne è già andata via. A questo punto si deve decidere se continuare o abbandonare. Se si sono prese precauzioni si può continuare nell'attività restando illesi. 

La terza fase "norm" implica già un'assuefazione, si preferirebbe fare altro ma il senso di responsabilità fa si che il bisogno di realizzazione superi la negligenza.

Si raggiunge così la fase di esecuzione. La buona volontà è diventata parte integrante della vita di tutti i giorni. Non si cerca più una motivazione, lo si fa perché è "sempre stato fatto" 

Ora che conosciamo l'aspetto delle quattro fasi, possiamo dedurre alcune cose che aiuteranno a superare alcune difficoltà.
La base di ogni successo sta nella creazione di nuove abitudini che dovrebbero essere il più esaurienti possibile. Scrivete i vostri obiettivi su di un quaderno, che dovranno essere formulati chiaramente e concretamente senza dare spazio ad interpretazioni. Scegliete poi l'azione più giusta nel momento più opportuno. 

Con alcuni trucchi, sarà più facile combattere il piccolo demone. Trovare persone che hanno i vostri stessi obiettivi sarà un modo per motivare meglio le vostre aspettative. Può anche aiutare il tenere un diario in cui vengono scritti quotidianamente i risultati. Se sei una persona molto strutturata, prova ad incorporare agli scritti quotidiani anche le possibili tecniche di risoluzione, confrontandole giorno dopo giorno. 
Importante è scegliere qualcosa di compatibile con i propri gusti: non ha senso iniziare un'attività che già non ci piace prima di partire. Puntiamo su sport e attività che ci trasmettono simpatia. Se ti piace stare insieme ad altre persone, punta a sport e giochi di gruppo, il tempo passerà più velocemente!  Non dimenticarti di cambiare, di fare sempre cose diverse, per non cadere nella monotonia.

Infine, ci sono buone notizie: non dovrai combattere per sempre contro il tuo demone interiore. Lo puoi educare! La forza di volontà è infatti necessaria solo fino a quando entra in gioco l'abitudine. Se riesci a raggiungere questo stato, avrai fatto grandissimi progressi! Gli studi dimostrano che ci vuole una media di 66 giorni per stabilire una nuova abitudine: questo significa che sono necessari in media due mesi per disciplinare il nostro ozio!  

“Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”

Ippocrate