I Fast Food nella Realtà

lunedì, 18 luglio 2016

I Fast Food nella Realtà

Qualche settimana fa vi abbiamo mostrato da vicino quali sono gli effetti che i fast food producono sul nostro corpo. Questa settimana vediamo nel dettaglio alcuni aspetti per scoprire l'effetto che hanno sulla realtà.

Oggi tutti hanno sempre più cose da fare tra lavoro, scuola, sport e etc. Il tempo è prezioso e raro, e il fast food rappresenta sempre di più la soluzione giusta per nutrirsi in poco tempo a prezzi economici. Le persone hanno sempre meno tempo per cucinare e vedono nel fast food la giusta soluzione al problema. Tuttavia si legge ormai ovunque, che queste catene di ristorazione sono pressochè nocive alla salute. Cerchiamo allora di capire quali sono gli effetti che hanno sulla vita di tutti i giorni e in quale misura.

Una verità

Ad essere onesti, le aziende di fast food si sono insidiate nell'alimentazione dell'uomo mediante tentazioni fatte di cibi grassi, salati e dolci. Questa "pubblicizzazione" ottiene un ottimo effetto sulla gente che preferisce mangiare in questi ristoranti piuttosto che consumare un cibo preparato di persona a casa. Ammettiamolo, tutti mangiano fast food, in un modo o nell'altro, regolarmente o saltuariamente. La differenza è quante volte ci si affida a loro; una volta al mese non rappresenta un grosso problema, mentre tutti i giorni potrebbe diventare fonte di problematiche future anche serie come per esempio l'obesità o il diabete.

Quali sono le origini di questa popolarità

La popolarità del fast food deriva da molti fattori:

  • Il sapore. Il grasso è un vettore molto elevato di sapore, di conseguenza, cibi grassi appaiono più appetibili rispetto ad esempio a delle verdure bollite alle quali sembra mancare il gusto. Se a queste si aggiunge sale o altri insaporitori, ecco che il gusto migliora e di conseguenza anche la loro appetibilità.

  • La sazietà. La cosa più importante quando si mangia qualcosa è sentirsi sazi alla fine del pasto e un hamburger con patatine fritte ha questo effetto.

  • La velocità. I fast food consentono alle gente di risparmiare tempo e fatica poichè i pasti vengono preparati e si consumano in fretta. Tale comodità è ideale in una società moderna dove il tempo pare esser sempre meno.

  • La praticità. A differenza di un pasto di 7 portate in un ristorante di alto livello, con una flotta di posate e bicchieri, i pasti dei fast food si possono consumare con le mani. Non importa che vestiti si indossino o quali regole del bon ton si seguano.

Dove è il problema?

Il fast food è un concentrato di energia. I cibi dispensati contengono moltissimi grassi, zuccheri e sale, quindi sono ad alto contenuto calorico. Purtroppo, vi è spesso una mancanza di vitamine e micronutrienti in questi cibi. Mangiando tutti i giorni o molto spesso in queste catene di ristorazione e facendo poca attività fisica, si rischia di aumentare velocemente di peso. Almeno 2/3 degli uomini e delle donne che vive in Europa centrale è oggi in sovrappeso. Per 1/4 si parla già di obesità con pesanti conseguenze sulla salute.

Il corpo può diventare dipendente da questo genere di alimentazione?

Se si mangia spesso al fast food il cervello cambia e inizia a chiedere in quantità sempre maggiori questo genere di cibo fino quasi a diventarne dipendente. Quando si consumano cibi dolci o grassi, il cervello secerne la dopammina, un neurotrasmettitore endogeno che procura stati di appagamento e felicità. Più velocemente si mangia, più dopammina viene rilasciata. Con il passare del tempo i recettori della dopammina tendono a smussarsi per tale motivo il cervello richiederà sempre più cibi grassi per produrne di più. Alcuni studi clinici hanno osservato che l'ippocampo può arrivare a ridursi, il che aumenta il rischio di demenza, con un conseguente rischio di possibile obesità e diabete.

La gestione efficace del fast food

Vietare qualcosa non è mai utile. L'obiettivo dovrebbe essere cercare di inglobare il fast food nella dieta fornendo un pasto completo  piuttosto che un panino o uno spuntino. Ad accompagnare un hamburger potrebbe esserci dell'insalata invece che delle patatine fritte e le bevande zuccherate potrebbero essere sostituite con acqua minerale. Piccoli passi potrebbero fare la differenza in fatto di salute.

Densità di energia = costo elevato

Come già accennato, il fast food è composto da alimenti di altissimo livello energetico. Questo si traduce in un elevato sforzo fisico per cercare di eliminare le calorie assunte. Mettiamo ad esempio in comparazione due cibi come il kebab e la pizza.

Per eliminare le calorie assunte con un kebab, un uomo dovrebbe praticare dai 50 ai 100 minuti di attività fisica (sulla base di sesso, età e salute), mentre per eliminare quelle di una pizza gli occorrerebbero dagli 85 ai 180 minuti. Significa 3 ore di sport per eliminare le calorie di una pizza!

Per ulteriori informazioni su questo argomento e ti invitiamo a cliccare qui al fine di poter anche calcolare le calorie ingerite e il tempo di sport necessario a smaltirle con successo. (Attenzione il link è in lingua tedesca).

Fast food significa letteralmente "cibo veloce" ma chi ha stabilito che un cibo veloce deve necessariamente essere pieno di grassi e zuccheri? Una mela è qualcosa che si mangia in fretta, quindi perchè come spuntino invece che affidarsi ad un hamburger non mangiamo una mela?

“Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”

Ippocrate